Altre prove / varie

Il laboratorio CMR è in grado di offrire inoltre le seguenti tipologie di prove:

PROVE IN CANTIERE:

Prove di aderenza, a strappo, “pull-off”

Metodo di prova semidistruttivo che consente di stimare la resistenza a trazione per qualsiasi materiale su supporto
(intonaci, malte, gessi e vernici) e dei tasselli di ancoraggio. La prova viene preparata incollando direttamente sulla superficie del materiale da indagare, in una zona appositamente predisposta, con opportune resine, un piatto circolare metallico. Si procede quindi applicando al piatto una pressione di distacco in direzione normale alla parete con opportuno martinetto dotato di manometro tarato, il quale esercita la forza contrastando su una struttura di sostegno.
 

Indagine video-endoscopica

Si tratta di un metodo di indagine che permette di effettuare un esame visivo di parti non visibili direttamente, attraverso l'esecuzione di un piccolo foro nel supporto da analizzare (murature, statue, ecc.)

L'endoscopio è dotato di una fibra ottica che trasmette le immagini riprese dalla testa a un sistema di acquisizione digitale che consente di effettuare filmati o acquisire immagini statiche.

Determinazione delle caratteristiche meccaniche delle murature

La determinazione delle caratteristiche meccaniche delle murature può essere effettuata con prove leggermente invasive con varie metodologie.

Nel caso di murature in mattoni pieni la metodologia senz’altro più immediata ed efficace è quella dei martinetti piatti doppi, la quale fornisce nella prima fase anche lo stato di sollecitazione della muratura al momento della prova.

Il metodo consiste nel praticare nella muratura due tagli orizzontali e sovrapposti, sui corsi di malta a distanza di circa 50 cm.

Il tratto compreso tra i due tagli viene strumentato e nei tagli praticati vengono inseriti due martinetti piatti collegati ad una pompa oleodinamica.

La prova consiste in una vera e propria prova di compressione in situ del tratto di muratura compresa tra i due tagli.

I dati acquisiti forniscono nella prima fase (martinetto singolo) lo stato di sollecitazione e nella seconda fase (martinetti doppi) il modulo elastico (E [MPa]) e la tensione di rottura della muratura.